Incontro a Borgarello: tasse comunali e centro commerciale

Incontro pubblico del 17 ottobre

di Fabrizio Carena, da ViviBorgarello 20 ottobre 2014

Grande affluenza al richiamo dell’amministrazione Lamberti all’incontro pubblico nella sala consiliare gremita. Tanti gli argomenti sul tappeto. Il sindaco apre snocciolando le cifre del bilancio previsionale 2014 di recente approvazione. Tra le maggiori uscite il costo del personale e 100.000€ di interventi sul sociale. Pesano su di essi l’istituzione delle leve civiche. Tra le voci di entrata le tasse comunali che l’ente non può non imporre, visti i sempre più ridotti trasferimenti statali. TARI TASI IMU su altri fabbricati, vi è un perché a ogni cosa e Lamberti fa partecipe la cittadinanza attenta.

Illustra poi quanto erronei siano i messaggi che si colgono dai recenti volantini della minoranza, che si sottrae, assente, al confronto diretto. Il discorso cade sui soli 40.000€ di oneri di urbanizzazione introitati nel 2014 a fronte degli oltre 300.000 del 2010 non citati dai faziosi volantini e usati per la spesa corrente, anziché essere investiti in quelle opere di cui il paese abbisogna.

IMG_1160

Un momento della partecipata assemblea del 17 Ottobre a Borgarello.

Continua poi sulla politica adottata nei confronti del territorio, dello stop al consumo di suolo agricolo, dei vincoli paesaggistici regionali che impediscono la regolarità dell’ingombrante centro commerciale, oltre al problema viabilistico irrisolto da sempre. “Saremmo felici – puntualizza – se il nuovo di centro commerciale ci facesse cambiare idea, ma ad oggi, non riusciamo per mille motivi validi a trovare l’idea minimamente accettabile”.

Prosegue quindi spiegando a un cittadino preoccupato che i due milioni di euro di indennizzo chiesti dalla proponente il mega insediamento rappresentano una richiesta illecita e priva di ogni fondamento legale. Si tratta solo di subdola pressione a questa giunta, per ammorbidirla, a cui peraltro, ha fornito una risposta politica, motivando le mille ragioni per cui ogni ipotesi di intesa sia inaccoglibile.

Altro argomento trattato è il P.G.T. di prossima scadenza. Il sindaco ricorda che l’attuale è pieno di errori e imprecisioni, poiché assemblato in extremis per contemplare il centro commerciale. Quindi, lancia un appello: un richiamo alla partecipazione ai cittadini volonterosi per costituire un gruppo di lavoro alla redazione del nuovo P.G.T. e al bilancio partecipato. I gruppi dovrebbero decidere una destinazione a una cifra messa a bilancio e dare indicazioni per eventuali rettifiche e linee guida da tenere sul nuovo strumento urbanistico.

Il “modello Borgarello” riceve il plauso dei presenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Completa la \ * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.