I documenti sullo stato del Complesso Monumentale di Certosa di Pavia

Riproduciamo qui la documentazione rilasciata stamattina dal sito del M5S di Pavia

Vi invitiamo a leggere direttamente i verbali dei tavoli del Demanio e studi sullo stato del Complesso Monumentale sulla base dei quali la consigliera regionale Iolanda Nanni di Movimento5Stelle ha presentato ieri un esposto alla Procura di Pavia perché si verifichino eventuali notizie di reato.

Alcuni punti sono estremamente interessanti come “Attualmente il monastero è occupato da otto frati cistercensi: fra Demanio e frati non è stato sottoscritto alcun contratto d’uso, perché tale atto potrebbe configurarsi come convenzione a titolo gratuito e comporterebbe per i frati un obbligo di manutenzione”; di conseguenza “essi risultano occupanti senza un preciso titolo” e ” il complesso “non presenta requisiti minimi indispensabili di messa a norma e sicurezza”, e versa in una situazione “di imminente pericolo” per via della presenza di “strutture pericolanti” e “a rischio crollo”, di conseguenza “non vi è garanzia per l’incolumità dei visitatori”.

Buona lettura

DOCUMENTO SU  CUI SI BASA L’ESPOSTO IN PROCURA DI M5S

CertosaPavia2-696x1024

One thought on “I documenti sullo stato del Complesso Monumentale di Certosa di Pavia

  1. Se il monastero fosse ubicato a Pavia, la polizia locale e i carabinieri in tenuta antisommossa avrebbero già sgomberato i frati. Un episodio simile è accaduto la settimana scorsa a una famiglia che aveva occupato “senza un preciso titolo” un appartamento!
    Ma oltre le battute, mi par di capire che il problema dei frati scenda in secondo piano rispetto alla sicurezza degli stessi e dei visitatori.
    Spero che i documenti ritrovati possano spingere le istituzioni a scendere dal loro piedistallo. Non fosse stato per il comitato ne saremmo mai venuti a conoscenza?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Completa la \ * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.