Stazione di Certosa, fango e proteste

Stazione Certosa, fango e proteste
di Giovanni Scarpa, La Provincia Pavese, 6 novembre 2013

GIUSSAGO. Torna l’acqua alta al parcheggio di Stazione Certosa e tornano le proteste per le condizioni del posteggio comunale che dopo la pioggia dell’altro ieri era quasi inservibile. Ma questa volta i sindaci della zona (Giussago, Certosa, Borgarello e Zeccone) hanno “girato” le lamentele dei pendolari della S13 direttamente alla Regione.

Dove un finanziamento di quasi mezzo milione di euro per mettere a posto la viabilità dell’intera zona è ancora fermo. Non solo. Il sindaco di Giussago ha fatto affiggere alla bacheca della stazione una lettera, in cui invita tutti i pendolari a indirizzare al Pirellone non solo critiche, ma anche e soprattutto a segnalare i problemi legati proprio al posteggio. Tutto questo, in occasione di un’indagine promossa dalla Regione che è partita proprio qualche giorno fa e che ha lo scopo di raccogliere informazioni sul servizio della linea suburbana. Ma andiamo per ordine. Dall’altro ieri mattina il parcheggio non asfaltato davanti alla Galbani è una pozzanghera unica. «Io vengo con un fuori strada, perchè una volta con l’utilitaria ho rischiato in non uscire dal pantano da tanto che era piovuto» racconta un pendolare che viene da Pavia.

E poi, come sempre, c’è il problema del parcheggio selvaggio, mancando ogni tipo di segnaletica e regolamentazione. «L’indagine della Regione sul servizio delle linee suburbane (operatori di alcune società effettueranno per conto della Direzione infrastrutture del Pirellone interviste telefoniche a campione, ndr) deve essere un’occasione per evidenziare non solo le criticità del servizio ma anche per segnalare problemi e disagi legati al trasporto, a partire dai parcheggi e dalla viabilità della zona» dice il sindaco di Giussago, Massimiliano Sacchi. Che insieme a Corrado Petrini (Certosa), Nicola Lamberti (Borgarello) e Terenzio Grossi (Zeccone) sono andati in Regione non solo per sollecitare una soluzione, ma anche e soprattutto per avere notizie sul finanziamento da quasi mezzo milione di euro stanziato per la sistemazione delle infrastrutture dell’area attorno alla stazione e che al momento non è stato ancora sbloccato. Fiducioso è Corrado Petrini. «Entro dicembre dovrebbe arrivare la conferma dei fondi – svela il sindaco di Certosa –. Poi ci saranno i tempi tecnici per affidare i lavori. Tutto dipende dalla Regione, ma credo che entro la primavera prossima i cantieri dovrebbero partire».

La Regione Lombardia propone un questionario on line a questo indirizzo: http://www.irteco.com/websurvey/suburbana.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Completa la \ * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.