Primi sondaggi elettorali a Certosa di Pavia: ecco i risultati

di Marco Zanella, Itinera Civitatis – Anno IV n.8/9 – Settembre 2013

Cari concittadini vi proponiamo un gioco: la scelta del sindaco “ideale”, come vedete è solo un modo per sdrammatizzare quello che ci aspetterà nei prossimi mesi! Come ben sapete per esperienze vissute, i segnali che a breve vi saranno scadenze elettorali sono dati da avvenimenti “straordinari” che interrompono il lento trascorrere della nostra quotidianità. Sempre nell’ottica di affrontare con leggerezza la “sciagura” imminente, cominciamo con elencare i più significativi di questi “segnali”, aggiungeremo delle immagini del nostro sindaco ideale. Ogni immagine è legata a un profilo (che vi sveleremo sul prossimo numero) dei vari personaggi proposti. Per votare il vostro sindaco ideale potete inviare una mail a: itineracivitatis@email.it, inviare un sms al numero: 3349808825, oppure scrivere sul blog: itineracivitatis.myblog.it, o ancora postare sulla pagina Face Book: Itinera Civitatis un sindaco per Certosa. I vostri migliori commenti verranno pubblicati sul prossimo numero. Buon voto!

CHI VORRESTI COME SINDACO?
un po’ di ironia in previsione di una campagna elettorale, che si preannuncia infuocata!

I CANDIDATI: Cetto Laqualunque,  Antonio Latrippa,  Alberto Borgorosso,  Gino Peppone

I SEGNALI:

– ARRIVA L’IDROPULITRICE: come le feste comandate… ecco l’idropulitrice che avanza, per i più anziani è come rivedere un vecchio amico che torna ogni cinque anni per gli auguri di Natale, alcuni si sono affezionati all’operatore che la guida, si avvicinano scambiando quattro chiacchiere e notizie sulle rispettive famiglie. I più piccoli guardano affascinati e con un poco di timore, questa macchina aliena che non hanno mai visto prima!

– L’ASFALTATURA DELLE STRADE: all’inizio non riusciamo a rendercene conto, c’è qualcosa di diverso. Percorrendo le strade del paese non sentiamo il solito lamento sinistro che emetteva la nostra automobile quando incontrava le numerose buche! Oibò, pensiamo subito al peggio… ma poi ci rassicura il calendario, come passa il tempo! Sono già trascorsi cinque anni.

– UN’INSOLITA CORTESIA DA “LIBRO CUORE”: vi capita di passeggiare e incontrate persone che vi salutano e vi sorridono come non mai, vi fermano e vi chiedono come va, vi spiegano di come si vive bene nel nostro paese (altri di come si vivrebbe meglio se…), propongono soluzioni a tutti i problemi e spesso sconfinano nei massimi sistemi. E ti domandi: sogno o son desto? Ma no, semplicemente presto andremo a votare!

– LA SOLIDARIETA’: il “ciclo” pre-elettorale è il periodo peggiore per: ammalarsi, magari con ricovero ospedaliero, vincere al superenalotto o appartenere a una famiglia importante. Non ci si libera più dai visitatori che nell’occasione si dichiarano tuoi insospettabili ammiratori, solidali per i tuoi problemi di salute, per i tuoi dispiaceri. Ma come! Pensi disorientato, se questo prima manco mi salutava! Ma ecco che ti suona il campanellino… din, din, din: è tempo di elezioni. Fissa bene chi ti importuna, tempo qualche mese e tutto tornerà come prima!

polls

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Completa la \ * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.